Beniamino Mirisola

Beniamino Mirisola

Beniamino Mirisola

    Beniamino Mirisola. Dottore di ricerca in Italianistica, ha tenuto corsi di Letteratura Italiana all’Università Ca’ Foscari Venezia e di Didattica della Lingua Italiana all’Università di Trieste. Si è interessato alla filologia d’autore, curando l’edizione critica di Giovita Scalvini, La traduzione del “Faust” di Goethe (Morcelliana, 2012), e alla metodologia della critica letteraria pubblicando la monografia Debenedetti e Jung. La critica come processo d’individuazione (Cesati, 2012). Alla narrativa italiana contemporanea ha dedicato diversi studi pubblicati in rivista e in volume, e due monografie: Romanzi di (de)formazione, scritto insieme a Ronald De Rooy e Viva Paci (Cesati, 2010); e Lezioni di caos. Forme della leggerezza tra Calvino, Nietzsche e Moresco (Edizioni Ca’ Foscari, 2015). Redattore delle riviste Archivio d’Annunzio ed Ermeneutica Letteraria, è stato tra i curatori del volume Luigi Pirandello, Il meglio del teatro (BUR 2016). Attualmente la sua ricerca è indirizzata in particolar modo alle possibilità applicative della narratologia e della tipologia junghiana al mondo dell’impresa.