Laboratorio di costruzione di burattini – autoritratto

Laboratorio di costruzione di burattini – autoritratto

Laboratorio di costruzione di burattini – autoritratto

    57 – “Guarda… mi faccio me!”

    A CURA DI L’Aprisogni

    fino ad esaurimento posti

    Domenica 16 ottobre
    Primo turno 9.30 – 10.30 – Secondo turno 10.30 – 11.30

    Chiostro dell’ex Umberto I
    Borgo Mazzini, 23 Treviso

     

    QUESTO LABORATORIO HA GIA’ RAGGIUNTO IL NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI, ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO.

     

    “Eccoci qui, siamo Paolino e Cristinina. Vedete, io sono un maschio, ho i capelli neri corti e ondulati, gli occhi verdi, gli occhiali, la barba. Io sono una femmina, ho i capelli a caschetto castani, la frangia, gli occhi marroni, la bocca sottile…” Ci presentiamo insieme, noi QUATTRO, e … i bambini ridono. Li diverte questo gioco di miniaturizzazione, che è proprio una magia comica. Diventano nostri complici, subito, accettando le regole con molta serietà. Passano lunghi minuti preziosi ad osservarsi allo specchio, guardandosi le iridi per memorizzarne il riflesso e portandosi un gomitolo di lana vicino ai capelli per confrontarne la corrispondenza di colore. Stanno nascendo i loro “doppi” che andranno ad indossare (pensate!) perfino un vestitino ricavato da uno dei loro, smesso da poco… L’identificazione è quasi immediata. Si transita attraverso questo scherzoso riappropriarsi del proprio schema corporeo per poi utilizzare il “burattino di noi” dandogli voce, gesti e … Da qui, giocandoci a casa, i bambini potranno esplorare molti territori: dal racconto di una barzelletta che è loro piaciuta, alla rielaborazione di sentimenti, emozioni e scoperte quotidiane e straordinarie. Fino a permettere di “mascherarsi” e “travestirsi” attraverso il loro “microdoppio” per entrare ed uscire dai personaggi di una storia. O far dire al loro “alter ego” quello che mai direbbero direttamente. Senza rischi, perché tanto “…non sono mica io… è LUI!!!”
    CONTENUTI:

    • Approccio alle consegne del laboratorio attraverso la presentazione di due burattini prototipo: Paolino e Cristinina, gli autoritratti degli animatori.
    • Osservazione di se stessi e caratterizzazione del burattino “simile a sé”: occhi, capelli, naso, bocca, orecchie, ecc.
    • Confezione dell’abitino con forma semplice a ponchetto utilizzando parti di propri vecchi indumenti.

    REALIZZAZIONI:
    1 burattino / autoritratto con manovra TRE DITA per ciascun bambino partecipante.

    DURATA:
    2 incontri di 1 ora ciascuno (1 ora per gruppo)
    per la costruzione del burattino

    ORARI:
    1 ora per gruppo, compreso riordino
    2 gruppi attivati: 1° gruppo ore 9.30/10.302° gruppo ore 10.30/11.30

    FASCIA D’ETÀ:
    4/5 anni (scuola per l’infanzia) – 1° ciclo scuola primaria

    NUMERO PARTECIPANTI:
    10 bambini max per unità didattica

    MATERIALI DI CONSUMO:

    • Pezzetti di tessuto di vari colori e disegni (anche vecchi abiti da tagliare e riciclare).
    • Bottoni, tappi, perline, bigiotteria in disuso, minuterie plastiche e metalliche.
    • Pezzi di nastro, passamaneria, merletti, fiori e veletti da bomboniera e similari.
    • Lane e filati vari di colori vicini a quelli naturali dei capelli: nero, marroni vari, gialli chiari e scuri, rosso rame, ecc.
    • Pennarelli a punta fine.
    • Gessi intensi policromi.
    • Ovatta di poliestere.
    • Maglina di cotone.
    • Termocolla.

    N.B. si richiede espressamente che ciascun bambino porti da casa: 1 PROPRIO CAPO DI VESTIARIO IN DISUSO: Tshirt, camicia, pigiama, gonna, vestitino, altro… che possa essere ritagliato in modo da ricavarne un pezzo di tessuto di misura minima cm 30 x cm 60.

    ATTENZIONE! Gli indumenti dismessi da utilizzare per vestire il burattino saranno riadattati, tagliati ed incollati per esigenze costruttive, quindi NON SARANNO RECUPERABILI a fine laboratorio. Non portateci capi pregiati, costosi o ancora in uso, per favore!

    L’Attrezzatura necessaria sarà fornita da L’Aprisogni.

    P.S. I materiali di consumo (di recupero) sottolineati in grassetto sono da far portare ai bambini.

    Anche se questo laboratorio è al completo, magari possono interessarti gli altri, riparti da qui !