Elena Maiolini

Elena Maiolini

Elena Maiolini

Nata a Brescia nel 1985, laureata a Ca’ Foscari in Filologia e Letteratura italiana moderna e contemporanea (relatore Francesco Bruni), ha conseguito il Dottorato di ricerca in Italianistica e Filologia classico medievale col titolo di Doctor Europaeus al termine di un percorso in cotutela tra Ca’ Foscari e Sorbonne Université (relatori Pietro Gibellini e Andrea Fabiano, 2015).
Tra i suoi studi Claude Fauriel (Alle origini della comparatistica, Cesati 2014), Alessandro Manzoni (Il linguaggio delle passioni, Cesati 2017) e Niccolò Tommaseo (Canti Greci, Fondazione Bembo / Ugo Guanda Editore 2017, Premio Moretti 2019 all’unanimità sezione filologia). Tra i campi di ricerca vi sono anche la relazione tra Bibbia e letteratura e le letterature dialettali. Attualmente sta lavorando su Gabriele d’Annunzio, attendendo all’edizione critica della Francesca da Rimini grazie a un assegno co-finanziato da Ca’ Foscari e dalla Fondazione del Vittoriale (tutor Michela Rusi).
L’esperienza di insegnamento universitario riguarda la Teoria e pratica della traduzione, l’Italiano come lingua scritta e Letteratura e cristianesimo.
Segretaria operativa dell’Edizione Nazionale degli scritti di d’Annunzio, è tra i soci del Centro Nazionale di Studi Dannunziani di Pescara, membro dell’Équipe Littérature et Culture Italiennes e del gruppo Eris Jeunes Chercheurs di Sorbonne Université, del comitato di lettura di Ermeneutica letteraria e delle redazioni di Letteratura e dialettiRivista di letteratura italiana Archivio d’Annunzio, oltre che di In Aspre RimeFiligrane.
Ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale a professore associato in Letteratura italiana contemporanea (10/F2), Linguistica e Filologia italiana (10/F3), e Critica letteraria e letterature comparate (10/F4).

Condividi l'articolo