Senza domani, o di una notte meravigliosa

Senza domani, o di una notte meravigliosa

Senza domani, o di una notte meravigliosa

Sabato 17 ottobre – ore 18.00 – Musei Civici Santa Caterina

AUTORE Dominique Vivant Denon – ideazione e adattamento di Margherita Stevanato.
CON Margherita Stevanato, Giancarlo Previati e Caterina Marcuglia.
COLLABORAZIONE di Margherita Antonello

Era il 1785 quando il giovane barone Vivant Denon – fine conoscitore d’arte, abile incisore, stimatore di Voltaire e futuro curatore del Louvre – giunse a Venezia: vi resterà fino allo scoppio della rivoluzione, completamente ammaliato dalla città in cui l’arte è la vera padrona. Per Denon, uomo non bello ma brillante conversatore, non fu difficile far breccia, come uno Stendhal di una generazione prima, in qualche cuore femminile italiano. «Fu egli sempre carissimo agli uomini, benché infinitamente il fosse alle donne», annotò nel suo “ritratto” Isabella Teotochi Albrizzi Marini. (Ritratti, Pisa, 1826). E fu lei – donna di grande fascino, Musa egeria e amante degli intellettuali italiani più in vista del momento, Foscolo e Pindemonte – il grande amore di Denon. Il loro legame amoroso, benché saldo e attestato da una copiosa corrispondenza che si protrasse fino agli ultimi giorni di Denon, fu vissuto secondo quell’epicureismo professato per tutta la vita. Così sicuramente i due amanti s’incontrarono spesso nella bellissima villa di lei alle porte di Treviso (Villa Albrizzi), passeggiando nel magico giardino, ed è proprio in un giardino che si snoda l’avventura galante di “Point de lendeman” (“Senza domani”) di Dominique Vivant Denon. Una novella nata per gioco: Denon accettò la sfida, lanciatagli da alcuni amici, di scrivere una storia licenziosa senza cadere nella scurrilità. Sfida puntualmente vinta: durante una cena l’autore lesse ai suoi ospiti, che ne furono subito deliziati, questo capolavoro della letteratura erotica del ‘700.

Madame de T… impalpabile incarnazione delle capacità avvolgenti della seduzione femminile, invita a seguire il piacere come unica “nostra guida e nostra scusa!” Seguendo questa raccomandazione proponiamo “Senza domani o di una notte meravigliosa” in forma di lettura – concerto: per assaporare al meglio lo spirito del racconto. A questo scopo è stata ideata una struttura che alterna alle parole brani musicali originali dell’epoca, che per le loro caratteristiche ben si sposano con la raffinata leggerezza della vicenda narrata e si è provveduto a un adattamento del testo, incorporando varie versioni dell’opera, pubblicate successivamente a quella prima lettura cui, non a caso, fu aggiunto al titolo “La nuit merveilluse ou le nec plus ultra du plaisir”.
IN COLLABORAZIONE CON The Merchant of Venice

A seguire, brindisi offerto da Vi.V.O. Agricola

PRENOTAZIONE SU https://www.eventbrite.com/e/120534693513

 

Condividi l'articolo