Nico Naldini

Nico Naldini

Nico Naldini

    Testimone del ‘900, amico di Comisso (di cui ha scritto una splendida biografia e curato il Meridiano a lui dedicato, insieme a Rolando Damiani) e di Goffredo Parise, cugino di Pasolini, collaboratore di Fellini e Bertolucci, è stato scrittore e soprattutto poeta, in lingua e in friulano.  Ha vissuto a Milano, Roma, Tunisi; da tempo si è stabilito a Treviso. Alcune delle sue pubblicazioni: Seris par un frut (Academiuta di lengua furlana, Casarsa, 1948); La curva di San Floreano (Einaudi, 1988); Meglio gli antichi castighi (Guanda, 1997); Piccolo romanzo magrebino (Manni editore, 2002, ora in Guanda 2016); Il treno del buon appetito (Guanda, 1995); Alfabeto degli amici (Ancora del Mediterraneo, 2004); Vita di Giovanni Comisso (Einaudi, 1985); ha curato La vita e le lettere di Giacomo Leopardi (Garzanti, 1982);  Pasolini. Lettere 1940-1975 (Einaudi, 1986-1988); Pasolini, una vita (Einaudi, 1989); De Pisis, vita solitaria di un poeta pittore (Einaudi, 1990).