È Paolo Leibanti con “Tigre” il vincitore del concorso letterario “La seconda volta”

È Paolo Leibanti, 43 anni, impiegato di Trebaseleghe (Padova), con il racconto “Tigre”, a guadagnarsi il primo premio del concorso letterario di CartaCarbone festival “La seconda volta” promosso insieme a Il Portolano e Kellermann Editore. A lui, in premio, l’opera “Cuore di burro” dell’artista Alessandro De Bei.

“Racconto contratto, minimalista, quasi maniacale nelle descrizioni.  La scrittura è dominata con efficacia e restituisce un climax inquietante, vagamente allusivo. La situazione, apparentemente banale, di un turno in fabbrica, pare vibrare di impliciti, coinvolgendo chi legge in un’atmosfera quasi iperrealista di pericolo incombente, che lo rende interessante      anche se, in qualche modo, incompiuto”: queste le motivazioni lette da Francesco Maino, vincitore del Premio Calvino 2013 con il suo libro d’esordio Cartongesso (Einaudi), che ha presieduto la giuria del concorso letterario insieme alla scrittrice Annalisa Bruni, allo scrittore Beppe Bovo, alla poetessa Luisa Contarato, all’insegnante e scrittrice Silvia Battistella, a Teresa Bernardi e a Elisabetta Michielin.

Seconda classificata, Sabina Brion di Gardigiano (Venezia) con “Un’iris tra i capelli” e al terzo posto Paola Panizzolo, veneta ma residente a Menfi (Agrigento) con “Meglio risposarsi che ardere”.

Oltre a quelli dei vincitori, entreranno in un’antologia pubblicata da Kellermann altri dieci racconti selezionati dalla giuria tra i 66 arrivati alla redazione del concorso da tutta Italia e persino da Oltreoceano (Usa e Australia): “Senza” di Maria Rosa Maniscalco, “Da qui si doveva cominciare” di Teresa Vendramin, “Via del Vallato” di Marcello Pesarini, “Quelle estati di calci e di baci” di Paolo Bigotto,  “Scacco matto di scoperta” di Maurizio Giusto,  “La seconda volta che sono nato” di Sara Stangherlin,  “La passeggiata di Pasquale” di Gabriella Bampo, “Il secondo primo posto” di Paolo Latini, “Contorni familiari” di Valentina Simeoni e  “Double fault” di Alvise Wollner .

La cerimonia di premiazione, che si è tenuta nella splendida cornice della Loggia dei Cavalieri, arredata con pezzi di design Magis, è stata accompagnata dai brani poetici e musicali di Alberto Cantone, apprezzatissimo cantautore.

Premiati questo pomeriggio alla Loggia dei Cavalieri anche i vincitori della “Caccia al tesoro letteraria” a cui hanno partecipato 22 ragazzi delle scuole superiori cittadine che hanno scoperto, percorrendo a piedi la città, luoghi insoliti e bellissimi e gli autori del territorio che hanno inciso sulla cultura letteraria e artistica italiana, da Comisso a Da Ponte, da Zanzotto a Berto, da Nievo a Meneghello e Parise. Oltre a scovare il “tesoro” i partecipanti dovevano produrre dei video.

Il primo premio – un weekend a scelta in una città d’arte tra Firenze, Siena e Perugia –  se lo sono aggiudicati Davide Gemin e Alice Morello. Buoni-libro per i secondi e terzi classificati, rispettivamente Valeria Darnese e Caterina Trevisan e Roberta Dal Molin e Roberta Durigon. Menzioni speciali anche per le coppie Giorgia Camin-Lorenzo Saccaro e Francesca Marson-Eleonora Pietrobelli. I primi tre video classificati sono stati proiettati alla Libreria Canova alle 19.30.

Grande partecipazione e afflusso di appassionati anche per tutta la mattina di domenica agli eventi del CartCarbone festival a Treviso.

Condividi e consiglia l'articolo:

Articoli correlati

autobiografia-fumetti

Vite da gua(r)dare. Raccontare sé stessi attraverso il fumetto.

Il connubio tra narrazione autobiografica e fumetto è antico quasi quanto il mezzo stesso.  I primi autori di questa forma artistica realizzavano soprattutto illustrazioni con fini  satirici, la cui ispirazione proveniva direttamente dalla loro vita quotidiana, o da una scena  significativa cui avevano assistito per la strada.

Leggi tutto

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato sul festival
e su tutte le attività durante l’anno!

Iscriviti alla newsletter​

Rimani aggiornato sul festival e su tutte
le attività durante l’anno!