In attesa della settima edizione

Giovedì 15 ottobre si rompono i sigilli su Amore e Eros e la settima edizione CartaCarbone festival, l’unico festival di letteratura autobiografica in Italia.

In città, nei luoghi che rappresentano l’unicità della nostra storia – dalla Loggia dei Cavalieri, allestita per simboleggiare il cambiamento e la voglia di condivisione, ai Musei Civici di Santa Caterina – si terranno gli attesi incontri con gli autori, gli spettacoli, le performance e i laboratori. La tematica universale è stata consacrata dalla corsa alle prenotazioni ai 22 eventi in calendario, ma vi invitiamo a consultare periodicamente cartacarbonefestival.eventbrite.com per eventuali disdette anche dell’ultimo minuto. A chi ha prenotato ricordiamo di presentarsi 30 minuti prima dell’orario di inizio dell’evento.  

Grande l’attesa per Stefano Benni con Giura e i suoi personaggi funambolici, Febo e Lunaria che vivono la loro storia d’amore particolarissima, in programma per sabato 17 a Santa Caterina presentato dall’amico l’irriverente Beppe Mora. Molto interesse anche per l’intreccio tra quattro autori protagonisti della letteratura contemporanea in Contaminazioni: Marco Franzoso, Emanuela Canapa, Valentina Maini e Luca Quarin ci aspettano a Santa Caterina venerdì 16 alle 21 con le loro pagine d’amore.

E ancora quattro, o forse più, sono le donne occidentali che attraversano in macchina la Turchia durante il Ramadan, dallo scenario di Quel tipo di donna di Valeria Parrella, presentata da Elena Filini sabato 17 alle 16.30 alla Loggia dei Cavalieri: ritratti di donne che oggi farebbero paura a tanti maschi, tranne quelli che hanno deciso di amarle da vicino. Accolti con entusiasmo anche gli spettacoli Senza domani (ideazione e adattamento di Margherita Stevanato) un raffinato capolavoro della letteratura erotica di Dominique Vivant Denon, musica e parole che andranno in scena sabato 17 alle 18 a Santa Caterina, e la performance nata dalla musica di Arlo Bigazzi, l’interpretazione di Chiara Cappelli e Lorenzo Boscucci per Majakoskij! – il futuro viene dal vecchio ma ha il respiro del giovane (venerdì 16 alle 20.30 in Loggia).

Andrea Pennacchi protagonista della domenica con Eroi accompagnato dalle musiche di Giorgio Gobbo, dove Amore, Eros e Thanatos si intrecciano in un ritmo narrativo che non lascia tregua. Lo spettacolo è stato finalista Premio Off 2011 del Teatro Stabile del Veneto. Paolo Agrati, performante poeta e scrittore che chiuderà la settima edizione con Amore & Psycho, parole per infrangere chi legge, un reading irriverente che non mancherà di spunti di riflessione.

Ricordiamo la rinnovata collaborazione con l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano. Simbolo dell’autobiografia in Italia, dal 1984, Pieve Santo Stefano (Arezzo) ospita un archivio pubblico che raccoglie scritti di gente comune in cui si riflette, in varie forme, la vita di tutti e la storia d’Italia: sono diari, epistolari, memorie. Dal 2009, il patrimonio documentario conservato nell’Archivio Diaristico Nazionale della “Città del diario”, è nel Codice dei Beni Culturali dello Stato. Un riferimento per la cultura autobiografica con il quale dallo scorso anno CartaCarbone ha stretto un prezioso sodalizio.

L’appuntamento è per sabato 17 alle ore 11 a Santa Caterina, Gianluigi Cortese racconterà  due commoventi scritti, La geometria dei sentimenti (Leo Ferlan) e Parlami molto e a lungo (Franco Leo e Anna Maria Marucelli), testimonianze di quanto la distanza produca struggimenti che solo le parole possono colmare.

Tra le novità di questo 2020 c’è l’arte, sei selezionati artisti presenteranno le loro ricerche e si metteranno a disposizione del pubblico, in un intimo dialogo a due. La direzione artistica della sezione è affidata a Chiara Casarin, curatore di arte contemporanea. Chiara ha risposto al tema del festival selezionando frasi di temi apicali che raccontano le pieghe di quell’amore che si fa travolgente, spirituale e carnale, Gli artisti Corinne Mazzoli, Antonio Riello, Paola Angelini, Francesco Candeloro, Lucia Veronesi e Paolo Loschi accoglieranno le domande dei visitatori per una rara occasione di esplorazione della creatività. I tre appuntamenti saranno venerdì 16, sabato 17 e  domenica 18 alla Loggia dei Cavalieri. 

Il salotto cittadino della Loggia dei Cavalieri quest’anno accoglierà un allestimento di forte impatto emotivo, per esprimere ancora di più quanto CartaCarbone sia un festival di persone, di contatto, di condivisione. Giocosità, flessibilità, creatività sostenute, pensate e volute in una visione green: sono stati infatti scelti materiali riciclabili per costruire i cubi che si trasformeranno da sedute a scarabeo vivente per dare spazio ad un’estrosa composizione di parole.

Il primo appuntamento di giovedì 15 ottobre è con la narrativa. A Santa Caterina, Pierfrancesco Carcassi presenterà il libro di Simonetta Fiori, giornalista di Repubblica e autrice di La testa e il cuore. Un incontro scandito dalle voci di Mary Maniscalco e Livio Vianello che ci porteranno dentro le storie di coppie famose dell’ambiente culturale e artistico. Da Renzo Arbore e Mariangela Melato a Chiara Rapaccini e Mario Monicelli: attraverso il fuoco interiore tracciato da queste storie, passa l’amore nelle sue innumerevoli sfaccettature.

A chiudere la prima giornata sarà un evento dedicato alla poesia. Al Museo di Santa Caterina alle ore 21, Paola Bellin presenta Nicoletta Bidoia. Con Scena Muta la Bidoia mette in versi l’enigma di chi si sottrae all’imperativo della visibilità e della confessione spudorata e ancora il silenzio di chi danza, di chi ammutolendo nella pazzia, sente le voci. Verrà poi presentata una nuova rivista letteraria edita da Ronzani, Filigrane. Culture letterarie – raffinata sfida al virtuale e all’effimero – che si ispira al concetto di pluralità, all’apertura alle culture nazionali e internazionali, all’intersezione tra le discipline, all’indagine sulle stratificazioni che i testi e i documenti letterari recano in sé, in un arco temporale che va dall’antichità all’età contemporanea.

Il punto informazione di CartaCarbone è aperto dal 6 ottobre in Piazza dei Signori alle spalle della teca che racchiude la Fontane delle Tette originale. Per questa edizione, l’Infopoint è stato gestito in modo attivo, diventando anche luogo di iniziative prefestival. Nei social, aggiornamenti e informazioni sugli eventi.

Il programma completo dell’edizione 2020 è consultabile online sul sito www.cartacarbonefestival.it e nelle brochure tascabili distribuite in città.

Condividi l'articolo